Un metodo rigoroso

L’olio d’oliva di Domenica Fiore proviene da coltivazioni e raccolti eseguiti con metodi rispettosi della terra e degli ecosistemi. Ogni fase della produzione è intesa e concepita col fine di esaltare al meglio il frutto e il suo sapore.

La raccolta

La raccolta è avviata ai primi di ottobre, quando le giornate cominciano a diventare più corte e più fresche. I frutti vengono unicamente selezionati a mano, partendo dalle olive in fase di “invaiatura”, ossia al principio della maturazione. Sebbene queste olive abbiano una resa in olio inferiore in confronto a quelle già pienamente mature, il frutto della raccolta precoce possiede un’alta concentrazione di polifenoli e un’acidità molto bassa.

La raccolta inizia alle altitudini minori cominciando con le olive Leccino per proseguire con quelle Frantoio e successivamente quelle Moraiolo e Canino. La raccolta dagli alberi avviene a più riprese per garantire un equilibrio tra un aroma fruttato e la verde piccantezza.

La molitura

Il processo di molitura di Domenica Fiore ricorre a una moderna estrazione a freddo in piccoli lotti. Questa tecnologia altamente efficiente richiede pochissima acqua, nessun utilizzo termico supplementare e nessun solvente chimico. Durante la gramolatura, ossia nel rimescolare le olive triturate, l’esposizione all’ossigeno viene accuratamente calibrata per garantire un sapore ottimale. La polpa viene schiacciata insieme al nocciolo poiché all’interno del cuore bianco di quest’ultimo risiede quel sottile sapore che accresce la piccantezza dell’olio.

 

La miscelazione

Ogni miscela di Domenica Fiore è meticolosamente concepita col fine di creare un olio complesso e ben equilibrato che esalti gli straordinari sapori delle olive. L’Olio Novello, ad esempio, contiene in particolare olive Leccino da raccolta precoce e viene miscelato e imbottigliato immediatamente. L’Olio Reserva, invece, riposa per due mesi, permettendo così di sviluppare il suo sapore unico. La miscelazione viene eseguita secondo gli elevati standard della certificazione DOP Umbria Colli Orvietani, chesta per Denominazione di Origine Protetta, o Indicazione di Origine Protetta, e significa che un’organizzazione regionale ha riconosciuto l’olio in quanto prodotto in una regione specifica e della massima qualità.

L’imbottigliamento

La freschezza degli oli d’oliva di alta qualità viene preservata da modernissime bottiglie d’acciaio inossidabile 18/10 saturate con azoto. Questo tipo di confezionamento non solo mantiene la vitalità e il sapore degli oli, ma garantisce anche che mantengano i loro alti livelli di antiossidanti.